La Rivoluzione degli Elementi

Nel mondo della Forma, gli Elementi stanno frantumando ogni regola stagionale. Fuoco, Acqua e Aria stanno sconquassando la Terra che diviene campo di battaglia tra Luce e Tenebre. L’intero pianeta, ad ogni latitudine, è scenario di eventi metereologici fuori dall’ordinario. I Quattro Elementi stanno creando scompiglio nella vita biologica terrestre: alligatori imprigionati nei fiumi che ghiacciano in tempi velocissimi, le dune del deserto sahariano spruzzate di neve, vulcani che inaspettatamente dopo anni di sonno si risvegliano eruttando tutta la potenza del magma sotterraneo, e poi ancora uragani, trombe d’aria, terremoti e inondazioni, ogni angolo del pianeta non è risparmiato dalla profusione e dall’intensità di tali eventi. Perché avviene tutto ciò?
Se molto è dovuto all’incuria umana e alle sperimentazioni di apparecchi sempre più sofisticati per il controllo delle condizioni metereologiche a scopi bellici o economici, in buona parte è dovuto anche al mutamento del CEM, campo elettro magnetico del sole che con le sue variazioni investe tutto il sistema planetario di cui è il reggente, obbligandolo ad una netta e profonda trasformazione di frequenza vibratoria. Queste imponenti fluttuazioni dovute alle tempeste solari, determinano un cambiamento del CEM della Terra che, così alterato, modifica il suo comportamento stagionale.
Queste sono le spiegazioni possibili secondo la logica del tempo lineare tridimensionale, ma proviamo a cercare risposte e chiarimenti ad un altro livello, quello cosmico evolutivo.
Da questi eventi estremi tutti noi veniamo sorpresi nel sonno della nostra coscienza tuttora addormentata o assopita. Il torpore con cui abbiamo finora condotto la nostra vita non è più idoneo per affrontare ciò che sta avvenendo nelle frequenze più elevate e sottili che permeano ora il mondo dell’invisibile e che cercano di manifestarsi nel mondo visibile alimentate dalla Sostanza Creatrice Primigenia dell’IO SONO.

Dal 2012 si è definitivamente aperto un varco, un portale dal quale stanno costantemente raggiungendoci informazioni di Risveglio alla Luce Divina. La fonte di provenienza è il Centro Galattico che, proprio attraverso il Sole quale centro focalizzante e irradiante, le immette nell’intero sistema. Ogni stella è un sole e quindi ogni stella opera secondo questo principio affinché l’intero cosmo sia irrorato da queste scintille evolutive che hanno il compito di guidarci verso la Coscienza di Unità. Laddove queste nuove frequenze trovano i potenti ostacoli edificati dalla forza manipolatrice di Ego troppo immersi nella materia, ecco che si rompono gli equilibri e tutto entra nel caos più completo, un caos che serve per poter ristabilire l’ordine secondo le Leggi Universali.
I Quattro Elementi strutturano l’intero Creato e agiscono sia nello stato fisico, sia nello stato metafisico. In natura li sappiamo ben riconoscere: l’Acqua dei fiumi laghi oceani, il Fuoco dei vulcani e del calore del sole, l’Aria dei venti che non conoscono confini, e la Terra che sa generare una struttura molecolare più densa creando il mondo in cui viviamo e il corpo in cui abitiamo. Il calore corporeo, il respiro, i liquidi circolanti all’interno del nostro fisico ci danno la visione di come questi quattro stadi fondamentali dell’energia vitale si manifestino e interagiscano tra di loro. Noi possiamo nutrirli con buona energia ogniqualvolta nobilitiamo i pensieri e le emozioni creandoci di conseguenza uno stato di generale benessere, viceversa produciamo patologie e alterazioni metaboliche quando ci lasciamo condurre da pensieri aggrovigliati ed emozioni incatenanti poiché ci alimentiamo di sofferenza censurando la nostra parte creativa.

Così come lo squilibrio degli Elementi genera un’alterazione nel ciclo stagionale della Terra, altrettanto avviene in noi poiché perdiamo la padronanza del nostro sistema psico-fisico controllato dal sistema nervoso il quale è in contatto diretto al CEM terrestre. In questo tempo ci sentiamo spesso stanchi, sottotono, ‘sfibrati’, come se la nostra energia si fosse sfilacciata in mille pezzi. Ebbene, tutto ciò non è altro che il passaggio dalla frequenza della tridimensionalità con cui vibra la Materia alla frequenza multidimensionale in cui la Materia vuole, e deve, ora ascendere. Più difficile è identificare i Quattro Elementi nella nostra parte più sottile poiché a quelle frequenze noi siamo da essi ‘agiti’, cioè essi operano in noi senza la nostra diretta percezione. Il Fuoco del corpo eterico, l’Acqua del corpo astrale-emotivo, l’Aria del corpo mentale contenuti nel corpo fisico compattato dalla Terra interagiscono secondo una fluidità diversa e riconoscibile solo quando ci poniamo all’ascolto di noi stessi in veste di osservatori. In quello spazio non più fisico ma metafisico, essi operano seguendo modalità differenti.

Questo è l’insegnamento sui Quattro Elementi Metafisici che ci donato EDDY SEFERIAN   ( http://www.stazioneceleste.it/Seferian/SeferianBio.htm  )

“Desidero parlarvi dei Quattro Elementi Metafisici: Fuoco, Aria, Acqua, Terra. Dovete astrarre in voi stessi questi quattro concetti che sono la base di partenza della nostra Creazione planetaria, quella in cui ci siamo manifestati.

Gli Elementi Metafisici hanno poco in comune con i loro omonimi terreni tangibili al nostro tatto, percepibili all’udito, all’olfatto e al gusto. Vi invito perciò a forare con il vostro mentale la densità del piano materiale, attraversare i piani animici via via meno densi ( ossia l’eterico, l’astrale inferiore, l’astrale superiore e il mentale inferiore) per incamminarvi attraverso il mentale superiore, il causale-karmico individuale e collettivo, per avviarvi verso la méta di massima rarefazione e oltre ancora, dove potrete percepire la reale natura degli Elementi Metafisici. È come andare oltre il diaframma che separa il piano terreno manifesto dal piano animico-eterico e ritrovarvi così in una realtà parallela. Vorrei che voi capiste che la realtà degli Elementi Metafisici si raggiunge con una nuova dimensione di stati di coscienza e consapevolezza nella nostra interiorità. È una percezione che si raggiunge esclusivamente in noi stessi. Infatti, dopo aver raggiunto una profondità-culmine, si innesta automaticamente la nuova dimensione di coscienza che ci permette di afferrare il vero significato degli Elementi Metafisici.
Vedrete che a questi livelli di realtà parallela, l’Elemento Metafisico Fuoco non ha nulla a che vedere con il fuoco che conosciamo in terra. Altrettanto vi posso dire dell’Elemento Metafisico Aria e dell’Elemento Metafisico Acqua. Vi basti sapere che se ‘gettate’ l’Acqua Metafisica sul Fuoco Metafisico, questo non solo non si spegne ma sfavilla ancora di più, prende vigore e forza. Se gettate il Fuoco Metafisico nell’Acqua Metafisica, quest’ultima diventa auto-luminosa, sfolgorante.

Il Fuoco Metafisico e l’Aria Metafisica, sui piani rarefatti, sono assolutamente Solari. Pensate che al Fuoco Metafisico corrisponde l’idrogeno e all’Aria Metafisica corrisponde l’ossigeno. Idrogeno e ossigeno sono due elementi importanti della composizione chimica del nostro Sole di riferimento. Quando questi due elementi si fondono nel rispetto della formula chimica H2O, otteniamo l’Acqua, e sui piani rarefatti della realtà parallela otteniamo l’Acqua Metafisica che ha in sé due parti di Fuoco Metafisico e una parte di Aria Metafisica. Questa è la composizione dell’Energia Reiki che definiamo Fiamma Spontanea Bianco Liquida. Le due parti di Elemento Metafisico Fuoco-idrogeno assumono l’aspetto Bianco (Incandescente- Fuoco) Liquido (Acqua) grazie all’aggiunta di una sola parte di Aria-ossigeno. L’energia guaritrice è Bianco Liquido Incandescente. Generalizzando potremo concludere e affermare che l’Energia che viene usata nelle terapie Reiki, Yoga, Pranoterapia è Energia Solare………”

Questi insegnamenti ci possono aiutare a comprendere quanto sia importante in questo nostro tempo il saper accogliere le informazioni evolutive che, se da un lato destabilizzano totalmente e definitivamente il nostro vecchio mondo, dall’altro ci aprono alla  possibilità di una percezione nuova e profonda della Divinità che dimora in noi  che ci consente di trasformare le fondamenta su cui edificare il nuovo mondo, un mondo in cui la Luce non sarà più contrastata ma richiamata in ogni attività svolta.
I Pianeti, nel loro continuo movimento pur mantenendo la struttura di base, stanno cambiando gli arredi del loro spazio celeste che, rapportato alla Terra, infonderà in noi un’altra visione della vita. Plutone e Nettuno, i due pianeti più lenti che determinano le linee-guida del disegno celeste, si mantengono nelle loro postazioni rispettivamente Capricorno e Pesci, ci danno la certezza che la trasformazione in atto dentro e fuori di noi è stata programmata dalla Vita stessa da tempo immemorabile. Ed è la Vita stessa che ci chiede compartecipazione in questo enorme ed epocale salto evolutivo. I Pianeti che ora stanno producendo una nuova amalgama tra i Quattro Elementi sono Giove passato da Bilancia-Aria a Scorpione-Acqua, Saturno passato da Sagittario-fuoco a Capricorno-terra e da Urano che quest’anno passa da Ariete-fuoco a Toro-terra. Questo nuovo impasto cambierà gli arredi, e di questo tratteremo ampliamente nel prossimo articolo.
Sappiamo ormai benissimo che i Pianeti sono Archetipi emanazioni visibili dell’UNO e danno voce al Suo progetto amplificandone i messaggi e le informazioni in tutto il sistema solare. Noi possiamo decidere se accogliere questi messaggi ponendoci all’ascolto di noi stessi, oppure negarli rimanendo nelle pastoie della piccolezza umana. L’Umanità ha in sé degli enormi potenziali creativi alimentati dalla Divinità stessa, perché non metterli in circolo e manifestarli nella realtà materiale?

Laura Bottagisio, febbraio 2018

Iscriviti alla Newsletter

Post Recenti
Privacy Policy
Laura Bottagisio
Via Monterosa 5
Agrate Conturbia
P.iva 02443140039